FUSIONE A CERA PERSA MICROFUSIONE

Il processo tecnologico denominato “fusione di precisione a cera persa” consiste essenzialmente, nel realizzare un guscio ceramico refrattario, monolitico, attorno ad uno o più modelli di cera, saldati fra di loro a forma di grappolo su un montante che genera il canale di colata.

Essiccato il guscio ceramico ed evacuati, per liquefazione, i modelli di cera, la forma refrattaria così ottenuta è cotta in appositi forni ad alta temperatura.

In tale condizione termica viene riempita con una colata di acciai di vario tipo che, allo stato liquido, va ad occupare tutte le cavità interne derivate dalla precedente evacuazione dei modelli in cera e ne assume la loro esatta forma geometrica.

A solidificazione avvenuta si avrà così, un getto o un grappolo di microgetti, identici ai modelli in cera che originariamente occupavano quelle cavità, con la sola differenza dimensionale dovuta al ritiro di solidificazione.

Dopo raffreddamento e temperatura ambiente, si effettuano: la serratura, la troncatura, l’asportazione dei residui di materozza e la finitura dei getti.